Editoriale

Un bilancio del 2020 vinovese

Mi accingo a scrivere un nuovo editoriale, ben conscio che l’ultimo (nonché il primo) ha fatto sorgere alcuni malumori da parte di alcuni membri della maggioranza guidata dal Sindaco Guerrini: ma il bello di poter essere super partes è anche questo: poter scrivere liberamente la propria opinione politica, ma a volte è molto difficile per i politici locali saper distinguere critiche politiche da quelle personali, sintomo di chi vuol troppo spesso apparire e poco lavorare per il futuro di Vinovo.

Sappiamo bene che questo 2020 è stato un anno particolare dagli altri, in cui abbiamo affrontato momenti complicati e mai provati prima come quello del lockdown: ammirare la primavera dalla propria abitazione, proprio quando la natura si risveglia con i suoi colori e i suoi profumi è stato, almeno per il sottoscritto, davvero difficoltoso, ma ben conscio di essere stato fortunato nel non dover essere in prima linea nel salvare vite o, dover lottare per sopravvivere.

E proprio in questo 2020 abbiamo riscoperto il valore fondamentale del volontariato: sono stati fondamentali tanti gruppi e associazioni che hanno permesso di svolgere al meglio alcune attività assistenziali durante i mesi di lockdown (come la Protezione Civile, il gruppo della Croce Verde e i giovani volontari), a loro va il mio personale ringraziamento, conoscendo bene cosa significhi essere volontari in un gruppo o associazione.

E’ stato un anno povero culturalmente parlando, poche iniziative ed eventi dovuti all’impossibilità di organizzarli, oltre alla chiusura dell’Auditorium, cui sono molto attaccato, il quale vederlo vuoto in questi giorni di Natale mi rende triste, ma speranzoso che quando riapriremo torneremo, piano piano, a diffondere cultura per Vinovo e dintorni.

A livello politico, invece, questo 2020 non è stato esaltante, tranne che in questo ultimo periodo con la questione biodigestore.

Biodigestore sì? Biodigestore no? Il mio parere, da convinto ambientalista è quello che se l’azienda rispetterà tutta una serie di misure (tra cui la gestione della qualità dell’aria, delle acque del sottosuolo e via dicendo) allora non dovrebbero esserci grossi problemi, ma quel se dovrà essere costantemente monitorato dalle autorità di controllo.

Il resto però, mi lascia qualche interrogativo: come mai alcuni membri dell’attuale maggioranza hanno saputo del biodigestore a Novembre, mentre le pratiche e le riunioni con i vari enti sono iniziati molti mesi prima? Non capisco come lo stesso assessore all’ambiente abbia visitato l’area senza poi (come quanto sembra) condividere i vari iter con tutti i membri della maggioranza.

Questo, devo dire, mi lascia perplesso, oltre a farmi chiedere quale sia la funzione e il ruolo di un consigliere di maggioranza, che non sia assessore, nell’amministrazione Guerrini: io penso che come in qualsiasi team, che sia sportivo, lavorativo o politico, questo vince e ottiene grandi risultati se esiste una buona comunicazione tra le persone, se c’è condivisione e circolo di idee, se c’è stima e rispetto reciproco.

Per il resto non so quanto possa servire chiedere le dimissioni di un sindaco che nemmeno un anno e mezzo fa aveva ricevuto l’80% delle preferenze, oltre al fatto che è innegabile che questi tipi di mozioni servono esclusivamente a creare clamore, nient’altro. Forse è il caso che il gruppo di opposizione inizi a formulare risposte serie, idee serie e vedrà che sarà sicuramente più coinvolto, altrimenti finiranno per avere un ruolo marginale per tutta la legislatura e non avere sostegno dei vinovesi per le prossime elezioni.

Riccardo Gangi

Cosa ne pensi?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

1 Comment

  1. Riccardo hai colto nel segno, queste dimissioni sono solo fuffa e nient’altro. Spero che Guerrini coinvolga di più la sua maggioranza per creare una base per la futura amministrazione di Vinovo, quelli sopra ai 70 è il caso che lascino ai giovani! A presto buon 2021.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *