È di ieri la decisione dell’amministrazione comunale di annullare tutti gli eventi in programma per la festa patronale di San Bartolomeo dopo l’ultimo decreto del consiglio dei ministri del 16 agosto.

Sui social alcuni vinovesi si sono chiesti del perchè i giostrai continuassero a montare il luna park, quando è arrivata la conferma che le giostre si sarebbero svolte regolarmente nel rispetto delle norme anti-covid.

Le parole del sindaco Guerrini per rispondere alla domanda non si è fatta attendere:
Le giostre sono “attività commerciali” che possono (non esiste alcun divieto) esercitare in modo itinerante. La zona sarà chiusa con ingressi contingentato e all’interno sarà obbligatorio l’uso della mascherina così come per i supermercati o similari. La responsabilità, all’interno dell’area, sarà di loro competenza come se fosse un “locale” privato. Chi vuole entrare lo potrà fare seguendo le regole anti covid come previsto dalla legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *